Allen Solano Pedicone, a.k.a Hatred, di origini colombiane ma nato a Palermo          (Sicily, Italy) nel 1997, è un artista poliedrico, progettista grafico e pittore informale
Nel 2009, in parallelo alle prime sperimentazioni musicali hiphop, inizia il suo percorso di studi da autodidatta in materia di graphic design, vivendo il movimento underground di tagmaking in voga tra i forum.

Studia grafica d’arte e graphic design presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo senza però concludere gli studi poiché limitanti per la libertà professionale.
Nel 2019 dopo svariati anni di progettazione grafica principalmente legata alla musica e al branding, si approccia alle tecniche di pittura astratta-informale.
Presenta una poetica legata alla volontà di esprimere il suo mondo interiore, le ricchezze dell’emozione, la invisibile realtà umana in un tempo che da maggiore valenza alla superficie e non alla profondità. Il segno rapido, subitaneo e fisico diventa estensione e riflesso dell’io, dell’umore, del carattere, quasi come fosse un simbolo riassuntivo. La tela si trasforma in uno spazio privo di limitazioni in cui regna l’assoluta libertà d’espressione. Le opere sono impulsive, dinamiche, emotive, pensate col corpo e non con la mente, con ritmiche tradotte dalla musica, componente essenziale che influenza molto il processo artistico.

“Ammiro e stimo le opere dei grandi dell’arte, ma i miei unici maestri sono tutti bambini. Da un pennello ad un bambino, non costa ed è come fare un corso per rispolverare la gioia”.